Bordeaux

Bordeaux Suggestiva città dell'Aquitania, ricca di patrimoni architettonici che, nel 2007, hanno indotto l'UNESCO a dichiarare tutto il suo centro storico Patrimonio dell'Umanità. E tra i patrimoni vi è anche il suo delizioso e omonimo vino Bordeaux, famoso ed esportato in tutto il mondo

Non c'è dubbio: Bordeaux è una della più belle città della Francia. Per averne la dimostrazione basta guardarla, al tramonto, dal ponte sulla Garonna e ammirarne il profilo: un'emozione unica. Bordeaux è nella regione dell'Aquitania ed è famosa per il delizioso omonimo vino. La sua bellezza ha fatto sì che, nel 2007, l'UNESCO dichiarasse il suo centro storico Patrimonio dell'Umanità mettendo sotto tutela ben 347 edifici. La città, affacciata sull'Oceano Atlantico, è stata negli ultimi anni al centro di grandi lavori di rinnovamento, come quello che ha coinvolto il quartiere Meriadeck o quello che ha visto la creazione di una capillare rete tramviaria.

Il nome Bordeaux sarebbe l'evoluzione di un primitivo Burdigala (di origine basco-aquitana) evolutosi poi nel guascone Bordeu e, infine, Bordeaux. La città fu fondata nel III secolo a.C. da una popolazione gallica della regione di Bourges. La sua nascita fu dovuta a motivi commerciali: era infatti uno sbocco a sud delle Lande e centro di controllo del commercio dello stagno e del piombo. Con l'arrivo dei Romani la città andò aumentando la sua importanza economica fino a divenire una delle più ricche della Gallia.

Seguirono secoli di ulteriore crescita fino al 276, anno in cui Bordeaux fu saccheggiata dai Vandali. A questa fecero seguito altre invasioni tra cui quelle dei Visigoti e dei Franchi. Il colpo di grazia le fu inferto dai Normanni che la saccheggiarono nel X secolo per sprofondarla in un periodo di buio profondo.

Ma due secoli dopo comincia la rinascita della città: grazie al matrimonio di Eleonora d'Aquitania con Enrico II la città diventa inglese e lo resterà per ben tre secoli. Questo periodo coincide con una grande prosperità anche economica legata al commercio; in particolare al commercio di vini proprio con l'Inghilterra. I questi anni la città viene arricchita anche architettonicamente e il suo vescovo diventerà anche papa con il nome di Clemente V.

bordeaux

Arriviamo al XVII secolo per assistere ad un ulteriore peroido di splendore cittadino: splendore principalmente economico basato sul suo porto che ne fa un centro dei commerci sia di vino sia di zucchero. E con i soldi del commercio i potenti della città danno vita a imponenti lavori di abbellimento ma anche di bonifica delle paludi circostanti. Furono anni in cui, soprattutto per opera dell'architetto Portier, vennero edificate le nuove porte d'ingresso della città, veri archi di trionfo come la Porta d'Aquitania o la Porta della Moneta.

Bordeaux è una meta turistica importante e certo non mancano i luoghi di interesse come:
• Cattedrale di Sant'Andrea con il suo meraviglioso portale gotico
• Basilica di San Michele
• Chiesa di Notre Dame e il suo suggestivo stile barocco
• I resti dell'anfiteatro romano

Ma tutta la città è piena di meraviglie che meritano una visita.

E nel turismo Bordeaux ha sicuramente una fonte di reddito importante, grazie alla sua posizione, ai dintorni meravigliosi da qui raggiungibili e ad un'offerta enogastronomica di eccellenza.



Scrivici se hai domande o commenti sulla Francia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento