Champagne-Ardenne

Bellissima regione, ricca di meraviglie naturali e storiche. Deve la sua fama sicuramente al patrimonio rappresentato dal settore della viticoltura (che esporta in tutto il mondo); ma è anche il turismo a rappresentare un grande volano economico

Pianure, foreste,laghi: questo e molto altro, è il variegato paesaggio della regione della Champagne-Ardenne. Luoghi da favola poco distanti da Parigi, pieni di storia e di bellezze, famosi, soprattutto, per le bollicine del celebre champagne. La regione, divisa nei dipartimenti dell'Aube, della Marna, dell'Alta Marna e delle Ardenne, ospita città come Reimes, Troyes.

Una terra abbracciata dalla Lorena, dalla Borgonga e dalla Piccardia ha un territorio ricco di parchi naturali che si alternano a vitigni a perdita d'occhio. Ma questa regiona ospita non solo bellezze naturali ma anche veri e propri gioielli costruiti dall'uomo. Non si può non partire dalla meravigliosa Cattedrale di Reims, uno dei più suggestivi esempi di architettura gotica con le sue vetrate belle da togliere il fiato. A questo gioiello contribuì anche Chagall che realizzò alcune vetrate per la cappella.

Una visita la merita sicuramente Troyes e il suo Museo d'Arte Moderna, uno dei più belli di tutto il paese: una delle più belle collezioni artistiche, un patrimonio di oltre 2000 pezzi tra pitture, sculture e disegni. Particolare cura è data alla sezione dedicata all'arte del vetro: a questo proposito, dopo la visita al museo, può essere interessante recarsi al piccolo borgo di Bayel, uno dei più importanti centri di produzione di cristalli. Attività che risale al 1300 ma che, con Luigi XVI portò a questa cittadina il riconoscimento di "Manifattura Reale di cristalli di Bayel: cosa che valse l'esclusiva della produzione tra Parigi e Chaumont.

E sicuramente la Champagne-Ardenne è una terra che beneficia moltissimo del turismo che qui è un'industria fatta di ottime strutture ricettive e di una grande offerta in termini culturali. Tra le più famose il Champagne Festival di Troyes: una settimana di concerti e spettacoli. Bellissimo il Furies Festival che per una settimana anima e colora le strade di Chalons-en-Champagne con spettacoli di artisti di strada. Davvero una terra meravigliosa che sa offrire molto e che fa il massimo per ospitare i viaggiatori al meglio.

Ogni dipartimento ha le sue attrattive. L'Aube, con le sue vigne e con le sue colline, offre ai viaggiatori la suggestione della "strada dello champagne". La Marna è forse il dipartimento con il maggiore patrimonio viticolo ma anche architettonico. L'Alta marna è il centro artigiano per eccellenza per la produzione di cesti e coltelli ma è anche uno dei luoghi in cui più si concentrano le bellezze naturali della regione: il lago del Der e i quattro laghi del Pays de Langres, fiumi e laghi sono il paradiso per molti sportivi. Le Ardenne poi offrono una suggestiva foresta, laghi e meraviglie architettoniche come la fortezza di Sedan o la città fortificata di Rocroi.

Fino a pochi anni fa la Champagne-Ardenne è stata la regione con il più alto PIL del paese: questo si è sempre spiegato con una densità di popolazione relativamente bassa e all'enorme importanza economica del settore della viticoltura, di quello agro-alimentare e quello metallurgico. Ma è sicuramente l'agricoltura, in genrale, a rivestire il ruolo di motore economico della regione. E parliamo di un'industria tra le più dinamiche e più profondamente meccanizzate.



Scrivici se hai domande o commenti sulla Francia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento