Cultura Francese

Quando si parla di cultura francese vengono quasi le vertigini: un argomento che richiederebbe diversi volumi e che non si esaurirebbe comunque

Cosa si intende per cultura francese? Domanda difficile e facile al contempo.
D'istinto sappiamo dire tutti cosa sia la cultura francese, quell'insieme di raffinatezza e saper vivere, quella sorta di "sentimento di superiorità" che sempre aleggia nelle persone, una gioia di vivere mescolata al bello e alla cultura, all'amore per il cibo e per il buon vino. Sì, la cultura francese è anche questo ma molto altro. Bisogna stare attenti agli stereotipi che sempre rischiano di farci vedere solo parzialmente la realtà.

La cultura francese è, in realtà, qualcosa che ha dato moltissimo al mondo intero e che si è, nei secoli, arricchita proprio del fatto di essere una sorta di mescolanza tra elementi celtici, greco-romani e germanici. Nel medioevo la cultura fu essenzialmente patrimonio dei monaci (da sempre l'elemento ecclesiastico ha rivestito un ruolo fondamentale in questo senso) e delle poche università. Poi, quando cominciò ad affacciarsi la borghesia anche la cultura cominciò a diventare un bene meno elitario. E parlare di cultura francese è impossibile senza fare riferimento al suo "illuminismo" che tanto influenzò il mondo intero, con la sua voglia di indagare e di lasciare spazio alla razionalità. Si può dire che nei secoli che vanno dal XVI al XVIII la Francia divenne quasi un faro culturale (insieme all'Italia) con i vari sovrani impegnati a valorizzare la cultura anche per aumentare il loro prestigio.

Ma la cultura francese è fatta anche di cinema che, soprattutto negli anni '60 (con la così detta nouvelle vague) divenne un modello per la cinematografia mondiale: un cinema fatto da nomi come Truffaut, Godard o Resnais, tanto per dirne alcuni. Enorme importanza, nel corso dei secoli, ebbe la letteratura francese con nomi come Zola, Montagne, Rabelais, Baudelaire e centinaia d'altri. O nomi come Voltaire, Rousseau, Diderot che impregnarono del loro pensiero tanta filosofia e politica. E della pittura cosa vogliamo dire? Nomi come Monet, Renoir, Manet, Degas, Cezanne restano come pietre miliari di una cultura che è patrimonio di tutti.



Scrivici se hai domande o commenti sulla Francia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento