Industria Francese

L'industria francese è fatta di elementi di forza e altri critici. Vere e proprie eccellenze si sovrappongono a situazioni più difficili causate dalla crisi. Ma gli elementi positivi da cui ripartire ci sono e, quindi, anche nuove potenzialità

L'industria francese continua a mantenere una posizione, in molti casi, da leader mondiale. Le zone in cui si distribuisce l'industria francese sono principalmente quelle attorno a Parigi, l'Alsazia, la Lorena, la Basse-Seine e la regione di Mrsiglia. Tra le industrie maggiormente sviluppate vi sono quelle del settore agroalimentare, presenti in un numero che supera le 4000 unità, per un giro d'affari di oltre cento miliardi di euro. Del resto basterebbe la diffusione mondiale di vini e formaggi francesi per capire questo successo.

Di non secondaria importanza è l'industria automobilistica i cui prodotti continuano a fare della Francia tra i maggiori esportatori al mondo. Importante la percentuale che questa industria occupa sia in termini di fatturato sia occupazionale. Altri settori in cui l'industria francese, nonostante la crisi, resiste nelle sue posizioni comunque ai primi posti, troviamo quello chimico, il settore delle telecomunicazioni, e quello del lusso in particolare quello legato alla produzione di oreficeria e gioielleria, profumeria e cosmesi.

Ma si può dire che vi sono comparti in cui l'industria francese tocca vere punte di eccellenza: nucleare, aeronautico-spaziale, ferroviario. In questi settori la Francia occupa davvero posizioni da prima della classe. Parliamo di veri colossi come Areva, Alstom, Arianespace, Airbus, tanto per dirne alcuni. La sua industria aerospaziale è la prima per fatturato legato alle esportazioni e importanti sono le ricadute in termini occupazionali.

All'avanguardia l'industria nucleare in cui la Francia eccelle in termini di ricerca e innovazione. E questi investimenti si traducono in vendite di reattori o componenti di essi in tutto il mondo. Lo stesso avviene con l'industria tecnologica legata ai trasporti ferroviari. La capillarità della rete ferroviaria ad alta velocità francese non ha rivali al mondo e il gruppo francese Lagardere è stato tra i primi in assoluto nello studio e produzione dei metrò automatici.

però vi sono anche alcuni elementi critici nell'industria francese, di cui il governo è però consapevole e rispetto ai quali sta studiando mosse di sviluppo. È quanto emerge dal Rapporto Gallois, commissionato dal governo proprio per capire quale sia lo stato dell'industria francese. L'importanza di questo studio e del fatto stesso che il governo lo abbia richiesto è indice di un esecutivo che vuole che il futuro sviluppo economico riparta dall'industria e non dalla finanza o dai servizi.

Gli elementi messi in luce e che servono per indicare la strada da intraprendere per far crescere ulteriormente l'industria sono quelli legati al PIL: La Francia è passata nel rapporto tra PIL industriale e PIL globale da un 18% nel 2000 a un 12% nel 2011. E qui bisogna intervenire per ottenere un cambio i rotta. E questo significa che la Francia deve incrementare il numero di tecnici, ingegneri, operai e anche ricercatori anche dall'estero. Anche per tornare ad essere la numero uno in termini di esportazioni. Il rapporto, leggibile in rete, indica tra le altre cose anche quelli che sono i punti di forza su cui si dovrà e potrà basare il nuovo trend positivo per l'industria: l'ottimo sistema infrastrutturale, il basso prezzo dell'energia elettrica e una produttività oraria tra le più alte in Europa.

E concludiamo con quella che deve essere considerata un'industria a tutti gli effetti: quella turistica. Uno dei motori economici della Francia.Basti pensare che, nel 2011, con 80 milioni di visitatori stranieri, la Francia è stata la prima destinazione turistica mondiale. L'industria turistica francese ha come punta di diamante la sua industria alberghiera con circa 17000 alberghi referenziati per un totale di 600000 camere. per non parlare di altri tipi di sistemazioni e strutture d'accoglienza.



(1) Commenti

massimo
04 marzo 2017, 12:30
salve sto cercando lavoro presso qualche industria alimentare in confezionamento avendo gia fatto per 26 anni in una industria alimentare GRAZIE

Scrivici se hai domande o commenti sulla Francia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento