Rodano - Alpi

Importante regione dal punto di vista economico, con le sue industrie ma, in particolare, con i suoi poli di ricerca e formazione. Ma anche una regione ricca di infrastrutture turisitche

Regione dall'estensione paragonabile a quella della Svizzera e con una popolazione quasi equivalente a quella danese, il Rodano - Alpi occupa una posizione strategica importante affiancata ad un'economia centrale per il paese. Regione in cui si trovano città importantissime come Lione e Grenoble, insieme a panorami naturali di bellezza unica con parchi naturali e riserve.

Tra i punti di forza della regione ci sono, senza dubbio, le sue infrastrutture che vanno da una capillare e sviluppatissima rete ferroviaria, a una rete stradale fatte di oltre 1000 chilometri di autostrade per non parlare dell'importanza del suo scalo aeroportuale di Lione. Non trascurabile neanche l'importanza del fiume Rodano, fondamentale via di scambi.

Tra le eccellenze della regione ci sono i suoi poli di ricerca e insegnamento come Lione, Grenoble, Saint Etienne e Chambery. Questo incredibile panorama è composto anche da Università come Scuole Normali Superiori, Grandi Scuole di Ingegneri, Scuole Superiori di Commercio e moltissimi altri istituti di formazione. Ma in questa regione trovano sede anche vere e proprie istituzioni nel campo della ricerca come il Cern (Centro Europeo di Ricerca Nucleare, il CIRC (Centro di Ricerca sul Cancro) più innumerevoli laboratori del Centro Nazionale di Ricerca Scientifica e dell'Istituto Nazionale della Salute e della Ricerca Medica.

E proprio per favorire e incrementare la ricerca è nata qui l'Agenzia Regionale per l'Innovazione e lo Sviluppo con il compito di incentivare i legami tra ricerca e aziende anche in un'ottica internazionale. Ma grande importanza economica è rivestita anche dall'industria dei metalli, quella delle costruzioni meccaniche, quella chimica e quella plastica, delle biotecnologie e di quelle legate all'ambiente. Una regione che, secondo alcuni dati, è la seconda per esportazioni; anche grazie al fatto di essere sede di compagnie del calibro di Ventis, Atari, Renault, Alcatel e molte altre. A fare da filo conduttore per tutte queste industrie un altro settore qui particolarmente sviluppato che è quello dell'ITC.

Di non secondaria importanza le attività agricole con produzioni consistenti sia vegetali sia animali. Si può dire che i maggiori prodotti agricoli francesi, nella regione siano presenti. Le industrie agroalimentari raggiungono livelli particolarmente importanti nel settore lattiero-caseario e in quello della carne che assorbe quasi il 28% dell'intera produzione agroalimentare. Per non parlare della viticoltura (circa 40.000 ettari di vigne) e la produzione di acque minerali tra cui le celebri Badoit e Evian.

E, per concludere, non si può non parlare dell'industria turistica che tanto ha da offrire in questa regione grazie alla sua ricchezza culturale, eno-gastronomica e paesaggistica. Incredibile l'offerta dal punto di vista sciistico con oltre 170 stazioni e culturale: vi sono qui qualcosa come 300 musei e oltre 350 festivals ogni anno, tra cui la Biennale della Danza, la Biennale di Arte Contemporanea e il Festival del Jazz di Vienne. Per avere ulteriori informazioni sull'economia della regione consigliamo di consultare il sito del Conseil regional Rhone-Alpes.



Scrivici se hai domande o commenti sulla Francia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento