Sistema Fiscale Francese

Il sistema fiscale francese non è certo famoso per la sua snellezza e semplicità. Vi sono diversi tipi di imposte previste per residenti o non residenti. Vediamo le principali

Il sistema fiscale francese non è sicuramente tra i più semplici almeno come struttura. Cerchiamo di farne una rapida panoramica partendo da quelle che sono le principali imposte. La più importante è quella chiamata IRPP Impot sur le Revenu des Personnes Physique che è la più classica (e universale ) tassa sul reddito delle persone fisiche. Questa tassa viene calcolata in base al reddito indipendentemente da dove questo è prodotto (se si è residenti in Francia). Se non si è residenti il reddito preso in considerazione per le tasse è quello prodotto in Francia. All'interno di questa tassa vi sono alcune categorie di reddito considerato imponibile:
• reddito fondiario
• reddito di impresa
• stipendi, emolumenti, pensioni
• redditi da capitale mobiliare
• redditi da attività agricola
• capital gain
• redditi da lavoro autonomo

È prevista la possibilità di dedurre alcune spese oppure una percentuale del reddito che, solitamente, si aggira attorno al 10%. Ogni categoria di reddito prevede poi specifiche deduzioni. Il sistema fiscale francese prevede quello che viene chiamato "quoziente familiare" per cui marito e moglie possono presentare un'unica dichiarazione a cui è possibile applicare le deduzione previste per i componenti familiari.

Un'altra tassa prevista dal sistema fiscale francese è l'imposta sul capital gain cioè quella che si paga sulle rendite derivanti dalla vendita di beni. Su questa è possibile applicare alcune deduzioni relative alle spese sostenute sia per l'acquisto sia per la vendita del bene stesso. Vi è poi la possibilità di avere uno sconto sull'imposta a seconda degli anni trascorsi dall'acquisto di un bene. Sono previsti trattamenti diversi a seconda che il capital gain riguardi residenti o no. Se il guadagno è derivante dalla vendita di quella che è la principale abitazione vi sono esenzioni così come se i profitti restano al di sotto di una certa cifra.

Da non dimenticare, per avere un'idea genrale del sistema fiscale francese, sono le tasse sociali. Vi è la CDRS cioé la Contribution pour le Remboursement de la Dette Sociale, legata al sistema sanitario nazionale. A questa si aggiunge la CSG cioé Contribution Sociale Généralisée legate, in parte sempre ala sanità, e alla sicurezza sociale.

E anche il sistema fiscale francese prevede un'imposta sul valore aggiunto qui chiamata TVA la cui aliquota è in media attorno al 19%, agevolata su alcuni prodotti su cui scende attorno al 5%. Vi sono alcune operazioni per cui è prevista un'esenzione dalla TVA come le cure mediche e alcune assicurazioni.

Questo solo per avere un quadro d'insieme. Consigliamo però di rivolgersi ad un fiscalista per avere dettagli sulle varie imposte o su eventuali modifiche nelle diverse aliquote. Anche in conseguenza della recente super tassa per i redditi superiore al milione di euro che tante critiche ha attirato su Hollande.



Scrivici se hai domande o commenti sulla Francia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento